• acc_banner1
  • acc_banner2
  • acc_banner3

Regolamentazione Enac

Tutta la normativa, le circolari e le deroghe Enac è consultabile online in questa sezione

Leggi

Norme Europee

Regole EASA

Sezione dedicata alle direttive e norme europee emesse dalla Comunitá Europea ed Easa. .

Leggi

Ambiente

Sezione dedicata alla salvaguardia dell'ambiente e alla normativa vigente italiana ed europea.

Leggi

Arbitrato DTL – RMM

Scritto da admin on . Postato in Alitalia, Blog, Comunicato, Comunicato Stampa Nessun Commento

Roma, 14 febbraio 2017

Gentili Colleghi,

 

In merito alla controversia in corso tra i naviganti e l’Azienda inerente l’illegittimo assorbimento dei RMM, vi inviamo il presente per informarvi dei più recenti sviluppi. Altri due colleghi, precedentemente destinatari di contestazione e successiva sanzione per aver rifiutato l’impiego nei giorni di RMM successivi alla riserva, hanno ricevuto il 31 gennaio comunicazione di decadenza della stessa sanzione con archiviazione dell’istanza. Nella fattispecie Alitalia ha nuovamente rinunciato alla nomina del proprio rappresentante in seno al collegio arbitrale di fatto eludendo il confronto presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro. Questo comportamento prefigura una posizione di debolezza di Alitalia nonostante l’atteggiamento intimidatorio, e rafforza la consapevolezza che l’assorbimento del RMM sia assolutamente illegittimo e che i lavoratori a buon diritto possano opporsi senza di fatto subire conseguenze.

Anche gli ultimi colleghi sono stati assistiti gratuitamente da ACC e dai propri legali lungo tutto il percorso, con l’impegno di continuare a tutelare gli altri naviganti ancora con arbitrati pendenti. Leggi Tutto

Raccontacene un’altra, Mr. Ball.

Scritto da admin on . Postato in Alitalia, Blog, Comunicato Nessun Commento

Gli australiani, si sa, hanno uno humor radicato, ereditato dagli inglesi da cui discendono. Il nostro amministratore delegato, Mr. Cramer Ball, non smentisce quest’indole burlona e nell’arco di questi due anni, continua a fare dello spirito non sempre ben accetto.

 

Da quando è stato eletto amministratore delegato di questa compagnia, ci ha riempito di parole vacue, alle volte esprimendo dei concetti qualunquistici e irriverenti verso i lavoratori e le organizzazioni sindacali, alle volte confondendo allegramente i ruoli all’interno della nostra azienda, tanto che per qualche tempo il personale credeva di rivivere l’esperienza inconcludente dell’ex amministratore delegato Cimoli.

Leggi Tutto

Ricorso Ferie

Scritto da admin on . Postato in Alitalia, Blog, Comunicato Nessun Commento

 

logo_ACC_comunicati_stampaCari Amici del Comitato,

da mesi stiamo vagliando con i nostri avvocati molte sentenze della Corte Europea perché abbiamo notato che i giudici italiani tendono a condividere ciò che stabilisce la legislazione europea e le relative sentenze.

Nel caso specifico dei naviganti gli esempi sono già due.

II primo riguarda il comportamento dell’INPS che in caso di part-time mensile non lo considera ai fini dell’anzianità, creando quindi una discriminazione con i lavoratori full-time, in netto contrasto con la normativa europea e numerose sentenze a riguardo.

Le sentenze dei tribunali italiani sono sempre più numerose e le motivazioni dei giudici fanno riferimento sempre alle norme europee.

Altro esempio molto recente riguarda la sentenza di Civitavecchia che ha dichiarato illegittima la norma del contratto CAI/SAI che prevedeva i riposi movibili, i quali sono in netto contrasto con la norma europea che disciplina i riposi del personale navigante sia nel numero, ma soprattutto nella qualità.

Circa 6 mesi fa abbiamo scovato altre sentenze della Corte Europea, di cui una proprio sui naviganti, che hanno ribadito un principio che era già previsto nella vecchia Alitalia e anche in Airone, ma dall’avvento della CAI non è stato applicato nei contratti dei naviganti, il tutto “naturalmente” sottoscritto dai sindacati.

Parliamo della retribuzione mensile in caso di ferie.

La Corte Europea ha stabilito che i naviganti, quando usufruiscono delle ferie, devono essere pagati come se avessero lavorato. Praticamente è stato ribadito il principio della riparametrazione delle ore di volo in presenza di giorni di ferie, ciò che accadeva all’epoca della vecchia Alitalia e in Airone e che i sindacalisti conoscono bene perché sono state intentate cause su questa materia, anche se con fortune alterne.

Ma dato che noi possiamo vantare una memoria di oltre trent’anni di storia dei naviganti, possiamo dirvi che tutte le causa sulla riparametrazione delle ferie in Alitalia erano fondate sull’errato parametro per il calcolo delle maggiorazioni orarie e non sulla legittimità di avere le ferie pagate, considerando che le ferie in Alitalia venivano pagate con il meccanismo della riparametrazione delle ore di volo.

Non volendo più tediarvi con argomentazioni tecnico legali, veniamo al dunque.

La Corte Europea ha stabilito che le ferie del personale navigante devono essere pagate.

La CAI/SAI non ha mai applicato questo principio, quindi secondo i nostri avvocati ci sono gli estremi per un’azione legale.

Per stabilire gli importi da percepire è necessario esaminare le buste paga da gennaio 2009 ad oggi. Nel calcolo è necessario considerare, oltre alle ore di volo e alle maggiorazioni orarie, anche altre voci della busta paga; ognuno avrà degli importi diversi che non potranno essere determinati a priori; tali importi, in alcuni casi potranno essere anche esigui, tali da non giustificare la causa.

Noi riteniamo corretto prima esaminare le buste paga per determinare l’importo, dopodiché ogni persona deciderà se la cifra da richiedere giustifichi l’azione legale.

Da tempo sapevamo che i sindacati erano a conoscenza delle sentenze della Corte Europea, e solo ora, avendo saputo che una sigla sindacale vuole iniziare la stessa causa, abbiamo preso informazioni e di seguito vi riportiamo i nostri dubbi su ciò che abbiamo rilevato.
La prima cosa da rilevare sono le cifre da richiedere. A nostro avviso le somme non tengono conto di tutte le voci da considerare, anche se riteniamo possibile il raggiungimento delle cifre riportate, che sono nello specifico:

 

CPT da 7.000€ a 15.000€ lordi annui

F/O da 5.000€ a 8.000€ lordi annui

Capo Cabina Senior da 4.000€ a 6.000€ lordi annui

Capo Cabina da 3.000€ a 5.000€ lordi annui

Assistente di volo da 2.000€ a 4.000€ lordi annui

 

Ma nei costi per la partecipazione alla causa con il sindacato viene inserita una frase poco trasparente:

 

“In caso di esito favorevole per i lavoratori, con il conseguente incasso delle somme previste, sarà corrisposto un contributo per le spese legali ed un contributo sindacale proporzionale alle somme effettivamente recuperate.”

 

Sarebbe stato corretto e trasparente specificare l’ammontare di questo contributo, magari anche in forma percentuale: il 20% per l’avvocato e il 20 % per il sindacato? Oppure “solo” il 2% da dividere tra avvocato e sindacato?

E questo vale solo per gli iscritti, per i non iscritti i costi raddoppiano.

Come sempre i sindacati non brillano di trasparenza confidando nella disattenzione della categoria.

 

Detto questo vi forniamo tutti i dettagli per partecipare alla nostra azione legale.

 

Per gli iscritti a Air Crew Committee e Centoxcento A/V:

  •  Costo per il calcolo degli importi da richiedere: GRATIS
  • Costo della causa: 285€.

 

Per gli iscritti a APU e Federvolo:

 

  • Costo per il calcolo degli importi da richiedere: 10€ per ogni anno da controllare.
  • Costo della causa: 385€.

 

Per tutti gli altri:

 

  • Costo per il calcolo degli importi da richiedere: 15€ per ogni anno da controllare.
  • Costo della causa: 445€.

 

Nessun altro costo verrà aggiunto se non le eventuali spese legali in caso di soccombenza, in ogni caso da dividere tra i partecipanti la causa.

La consegna dei documenti(come da allegato)avverrà tramite appuntamento, nella sede ACC, presso FEDERVOLO ad Acilia in V. Amedeo Bocchi, 300.

Per ulteriori informazioni contattare:

 

Tito Livio Silvestri: 335/5629146.

federvolo@gmail.com

 

Comitato ACC

Normativa Contrattuale

Regole Aviazione Civile

Consulta la documentazione sulla normativa dei Contratti vigenti . .

Leggi

Corrispondenza

Questo sito é ancora IN COSTRUZIONE ci scusiamo per il disagio. Sará operativo il prima possibile.

Leggi

Editoriale

Editoriale di Francesco Strino.

Leggi

Contattaci

Telefono:
+39 (06) 3 8376 6284
+39 (06) 5 2563 9865

Indirizzo:
Via Amedeo Bocchi n.300, 00125 Roma - Italia