• acc_banner1
  • acc_banner2
  • acc_banner3

Fondo di Solidarietà

Written by admin on .

Fondo di Solidarietà tra Naviganti

 

Il Consiglio Direttivo, in data 07 luglio 2016, istituisce il Fondo di Solidarietà”, con caratteristiche specifiche di Prestito a sostegno dei licenziati. Le modalità di contribuzione prevedono versamenti volontari da parte del personale navigante in forza, iscritto al Comitato e non, secondo modalità deliberate dal Consiglio Direttivo, di seguito “CD”, e disciplinate da questo regolamento. Il Fondo è disponibile per tutti i naviganti. Il CD si riserva la facoltà di valutare, di volta in volta, situazioni particolarmente gravose, determinate da provvedimenti disciplinari che comportino una sospensione a tempo indeterminato del lavoratore, con contestuale sospensione dalla retribuzione. Vista la crescente necessità, il CD si riserva la possibilità, per il futuro, di decidere che l’alimentazione al fondo avvenga, oltre che su base volontaria, anche attraverso il prelevamento di una percentuale (da stabilire) sulla quota singola di iscrizione. Solo le somme derivanti da quest’ultima modalità saranno ad uso esclusivo degli iscritti di ACC. A tal fine, il CD individuerà un “Comitato Amministratore” formato da 3 persone facenti parte del CD stesso, delegato alla valutazione insindacabile dei singoli casi, in base ai principi etici caratterizzanti il Comitato ed in base a fatti oggettivi (ad es. motivo del licenziamento, carichi familiari). I componenti del “Comitato Amministratore” del Fondo durano in carica due anni. Il Fondo ha l’obbligo del bilancio in pareggio che verrà comunicato periodicamente agli iscritti e non può erogare prestazioni in carenza di disponibilità finanziaria. Il Comitato tenuto conto della cassa, ha facoltà di decidere di volta in volta entità, periodicità e durata del contributo. È fatto obbligo, da parte dei riceventi che vengano reintegrati con contestuale accredito delle mensilità arretrate, di restituzione di quanto percepito dal fondo. Al contrario, il Comitato avrà facoltà di valutare la totale o parziale restituzione delle somme percepite in caso di indennizzo senza reintegro. Per accedere al Fondo, il richiedente dovrà compilare apposita documentazione, che verrà messa a disposizione dal Comitato.

Il Fondo non ha caratteristiche di ammortizzatore sociale e non interviene in caso di:

  • licenziamenti derivanti da: ristrutturazione, fallimento, amministrazione straordinaria, situazioni di crisi, riorganizzazione aziendale;
  • riduzione o trasformazione di attività o lavoro
  • licenziamenti per cui il lavoratore abbia ricevuto indennizzo (totale o parziale) delle mensilità arretrate, prima o durante la domanda di erogazione dal Fondo;
  • Licenziamenti per palese negligenza da parte del lavoratore.

Il Fondo, vista la sua particolare natura, non ha obbligo di attenersi alle disposizioni di legge in materia.

 

La richiesta di accesso al Fondo va presentata dall’interessato mezzo email al seguente indirizzo: info@crewmail.it

 

Il Comitato si riserva altresi’ la facoltà di fornire i nominativi dei beneficiari, dietro esplicita richiesta, a chi eroga i versamenti.